#mangioergotwitto: La Colomba Mediterranea di Gennaro Langellotti

#mangioergotwitto La rubrica di Maria Consiglia Izzo

colomba mediterranea

Lo chef patisserie Gennaro Langellotti è l’Ambasciatore della Colomba 2018. Questa nomina gli è stata conferita nell’ambito della kermesse “Dolce Pasqua”, evento dedicato ai dolci tipici pasquali che si è svolto a Roma il 10 e 11 marzo 2018 presso il prestigioso “Centro Congressi Roma”. Creatore delle golosità proposte dalla Pasticceria Gallucci di Nola, Gennaro Langellotti ha proposto al pubblico che ha partecipato all’evento la Colomba Mediterranea ottenuta con un impasto al lievito madre farcito con doppia ganache di cioccolato bianco alla vaniglia Bourbon e cioccolato al pistacchio di Bronte, e rifinita con una copertura di nocciole cotte a bassa temperatura.
La selezione attenta di materie prime trattate con tecniche in grado di esaltarle, lo stile unico e l’immensa curiosità sono le caratteristiche che da sempre contraddistinguono l’operato del giovane chef.
La carriera di Gennaro Langellotti comincia nel 1998 nella piccola pasticceria dello zio a Pompei . Dopo aver lavorato sin da giovanissimo a fianco di famosissimi maestri pasticcieri, nel 2013 il giovane chef accetta la sfida di lavorare nel laboratorio della famiglia Gallucci. A breve aprirà un locale tutto suo: il Ruah, il primo pastry-cocktail-tapas bar di Napoli e – probabilmente – fra i primi in Italia.

IMG-20180323-WA0095

La pasticceria Gallucci nasce grazie all’esperienza del Sig. Gennaro, che sin da fanciullo ha lavorato presso i migliori laboratori dolciari di Napoli (ad es. “Carraturo” e “De Nozze”, giusto per citarne alcuni). Dopo aver girato un bel po’ di città italiane (La Spezia, Cassino, etc.), rientrò a Napoli – Nola precisamente – ove investì i propri risparmi nell’acquisto di alcuni locali in cui ha poi organizzato il proprio laboratorio di pasticceria. I suoi quattro figli – Mario, Enrico, Luigi e Antonio – sin da piccoli hanno collaborato alla ditta di famiglia. Forti del bagaglio professionale ereditato dal padre, i ragazzi decisero di continuare la tradizione paterna anche dopo la sua dipartita. Nel gennaio 2013 avviene la grande svolta grazie ai nipoti del Sig. Gennaro – ovvero Gennaro, Maria, Anna Maria, Marisa, Maria Luisa, Antonella, Patrizia e Rosanna – che hanno modernizzato l’azienda senza tralasciare l’autenticità dei prodotti e, soprattutto, preservandone il carattere artigianale.
Tutti i dolci griffati “Gallucci” – da quelli tradizionali (come il babà, i lievitati, etc.) a quelli moderni (ad es. le torte semifredde) – sono completamente privi di grassi idrogenati, coloranti, conservanti e additivi chimici. Prodotti belli da vedere e, soprattutto, buoni e genuini.

Maria Consiglia Izzo