Salviamo l’Archivio Carbone, storia di Napoli

12936552_970876993002308_4577062823512321689_n

L’iniziativa di crowdfunding di un’associazione di volontari per salvare l’archivio fotografico Riccardo Carbone termina tra pochi giorni

Schermata 2016-04-05 alle 18.10.05

Riccardo Carbone

Riccardo Carbone è nato a Napoli nell’aprile del 1897. Nei primi anni Venti si è dedicato alla fotografia a livello amatoriale, successivamente iniziò la sua collaborazione con il quotidiano di Napoli “Il Mattino” e presto convinse il direttore Eduardo Scarfoglio a dare maggior spazio alle immagini come documentazione giornalistica. Diventando fotoreporter del giornale è tra i primi accreditati a Napoli come giornalista, con un’attività ininterrotta fino al 1970. Morì a Napoli nel 1973.

Il suo archivio, custodito dal figlio Renato, è composto da circa 500 mila negativi e migliaia di stampe e lastre di vetro dove sono immortalate le fasi storiche e politiche del Novecento napoletano e italiano, dagli anni ’30 agli anni ’70. Documentazione realizzata nel corso di oltre trent’anni di collaborazione tra il fotografo ed “Il Mattino” di Napoli.

Dal 2015 si è formata l’Associazione Riccardo Carbone attraverso cui sarà possibile digitalizzare il prezioso e ricchissimo archivio fotografico.

In queste ultime settimane è stata una lotta contro il tempo per trovare i fondi per salvare “un patrimonio di inestimabile valore, per tutti e di tutti”, come sottolineano i volontari che lavorano al progetto, chiedendo aiuto perché “le ripetute richieste di aiuti finanziari alle istituzioni sia locali che nazionali sono rimaste inascoltate” ed ora “non si può più aspettare, l’intervento deve essere immediato”.

Fonte e Sito dell’archivio : Archivio Fotografico Riccardo Carbone

Questo slideshow richiede JavaScript.

pagina Facebook