Esercito a Napoli, il ripetersi di un’inutile umiliazione

La notizia dell’esercito dispiegato in città non è una novità. Per il governo di Roma è diventata una ricorrenza, come Natale o Ferragosto, per i napoletani è il rinnovarsi di un’inutile umiliazione.

La redazione di NapoliTwitta risponde alla decisione di Angelino Alfano cona un verso tratto da ‘Napule’, una poesia di Mimmo Borrelli. A seguire una selezione di articoli sulla disposizione del ministro dell’Interno.

Napule c’a canta,
Napule ro coro,
Napule che schianta,
Napule ch’addor,
Napule c’a feta,
Napule se sceta!
Napule re poeti: sparlan, semp arret,
Napule ro rione Stella,
Napule ro scippo,
Napule e’ Forcella,
Napule ro Cip,
Napule e’ latitanza,
Napule e’ paranza,
Napule e’ lagnanza,
Napule, ramm o canz’,
Napule e’ conseguenza,
Napule e’ creanza,
Napule e’ delinquenza,
Napule senza speranza.